Aprilia aderisce al progetto Life BEEadapt e si candida alla call del Programma comunitario LIFE.

Green Deal europeo e transizione ecologica, il Comune di Aprilia aderisce al progetto Life BEEadapt e si candida alla call del Programma comunitario LIFE.

 

Con una delibera approvata ieri pomeriggio in Giunta, il Comune di Aprilia ha deciso di aderire al progetto Life BEEadapt, candidato alla call del Programma comunitario LIFE, uno degli strumenti finanziari che l’Unione Europea dedica alla tutela dell’ambiente, alla conservazione della natura e all’azione per il clima.

Il progetto “Life BEEadapt: a pact for pollinator adaptation to climate change” è finalizzato a migliorare la resilienza climatica degli ecosistemi naturali, agricoli e urbani/periurbani, in modo che siano in grado di supportare meglio gli impollinatori domestici e selvatici contro gli eventi meteorologici estremi indotti dai cambiamenti climatici.

All’interno della proposta progettuale, il Comune si impegna a realizzare indagini e analisi territoriali, finalizzate a riqualificare gli spazi verdi urbani per migliorare l’eterogeneità del paesaggio; realizzare infrastrutture verdi attraverso interventi di diversificazione delle piante, rifugi e siti di riproduzione; coinvolgere e sensibilizzare su tali tematiche gli stakeholder del territorio e la cittadinanza tutta.

Abbiamo aderito con convinzione a questo progetto, coinvolgendo anche il Liceo Meucci, proprio per la sua ricaduta sull’ambiente e sul nostro territorio – commenta l’Assessore all’Urbanistica Omar Ruberti – gli impollinatori rivestono un ruolo fondamentale per la riproduzione delle piante e più in generale per gli ecosistemi. La loro diminuzione è una grave minaccia per l’ambiente, per l’agricoltura e per la qualità del cibo che mangiamo. Agire in questo senso ci permette di ripensare gli spazi e di incidere sulla qualità della vita nella nostra Città. Anche per questo, il progetto permette di poter utilizzare per la difesa dell’ambiente, strumenti tipicamente urbanistici”.

Tra i partner del progetto figurano l’Università di Roma Tre, l’Università di Camerino, la Fondazione Sviluppo Sostenibile, il CNR-IBE, il Parco Nazionale Appennino Tosco Emiliano, Roma Natura, Confagricoltura Latina, U-Space e Legambiente.

Il progetto sarà presentato nell’ambito della call for proposal della Commissione Europea per il Programma LIFE 2021-2027, nel sottoprogramma “Mitigazione e Adattamento ai cambiamenti climatici” la cui scadenza è stata fissata al 30 novembre.

Chiara Ruocco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *