La Palma del Sud elogia il “quartetto” Nobel

Premio Nobel per la Pace al “Quartetto per il dialogo nazionale tunisino”. Sihem Zrelli:”Un omaggio al coraggio di tutte le tunisine e i tunisini”

La Palma del Sud elogia il “quartetto” Nobel. Il premio Nobel per la pace assegnato a un’organizzazione tunisina. “Il Quartetto– Sihem Zrelli, Presidente dell’associazione donne tunisine e arabe La Palma del Sud- è formato dall’Unione generale tunisina del lavoro, dalla Confederazione dell’industria del commercio e dell’artigianato, dalla Lega tunisina per i diritti dell’uomo e dall’ordine nazionale degli avvocati di Tunisia, ed è nato dopo gli assassini politici di Chokri Belaïd e Mohammed Brahmi“.

Un premio di pace a un movimento politico, a una società civile, anzi a un popolo intero che ha lottato premio nobel tunisia(1)strenuamente per liberarsi dalla dittatura. Grazie all’impegno di tutta la società civile tunisina – commenta Sihem Zrelli- in Tunisia siamo riusciti a costruire un dialogo politico a livello nazionale e a fare germogliare i semi della pace e del rispetto che hanno fatto in modo che il nostro Paese non sprofondasse nella violenza dopo la rivoluzione che ha portato alla caduta di Ben Ali“.

Il premio Nobel-prosegue- rappresenta per tutti noi un omaggio al coraggio di tutte le tunisine e i tunisini che, di fronte ai continui e ripetuti attacchi contro le libertà individuali e i diritti civili e politici, sono riusciti comunque a riunire tutti i settori della società civile per consolidare la giovane democrazia tunisina.
Questo premio è un grande messaggio di speranza per il futuro. È la prima volta che una società civile viene insignita nella propria totalità di un premio Nobel. È un fatto unico nella storia non solo della Tunisia e testimonia i valori di dignità, coraggio, onestà del nostro popolo.
Ma questo premio è soprattutto una responsabilità per noi, che ci spinge a lavorare ancora di più per preservare i risultati ottenuti nel corso della transizione e del processo democratico avviatosi con il dialogo nazionale.
Questo premio servirà a propagare la cultura del dialogo a livello internazionale anche attraverso la testimonianza dell’ impegno profuso dalle nostre associazioni per testimoniare al mondo intero la generosità del popolo tunisino nel processo di costruzione della pace.
Ringrazio a nome di tutti i tunisini che vivono in Italia le Istituzioni italiane, il Parlamento italiano che da oggi è concretamente impegnato al fianco della democrazia tunisina. Proprio in questi giorni, infatti, Camera e Senato si sono aggiudicati, insieme al Parlamento francese, il progetto di gemellaggio europeo con l’Assemblea dei rappresentanti del popolo tunisino. Perché la democrazia non si esporta, ma si costruisce insieme
“, conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *