Dal debito fuori bilancio ai Consuntivi 2018: i temi della Commissione Finanze.

Si è svolta oggi la Commissione Finanze. Tre i punti affrontati dai Consiglieri in Commissione, capitanata dal Presidente Omar Ruberti.

Oggi pomeriggio in Aula Consiliare in Comune ad Aprilia si è tenuta la Commissione Finanze, alla presenza di una rappresentanza dei Consiglieri Comunali. A presentare la seduta il Presidente della Commissione, Omar Ruberti.

Il primo punto, riguardante il riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio conseguente alla esecuzione della sentenza di condanna n.382/2018 del tribunale di Latina, è stata introdotto e illustrato dal Vicesindaco Principi:

Il prossimo 31 luglio in Consiglio Comunale siamo chiamati a votare per il primo punto affrontato quest’oggi, legato al riconoscimento di un debito fuori bilancio di 600 mila euro, una vicenda nata nel 2005 dopo un sinistro stradale in via Toscanini, che ha visto vittima un 15enne concittadino, con gli eredi che hanno richiesto un risarcimento danni da parte dell’amministrazione comunale. A distanza di 14 anni la sentenza definitiva ha condannato l’amministrazione al pagamento di questa cifra.”

Il secondo punto all’ordine del giorno riguardava l’approvazione dei Consuntivi 2018 degli organismi e delle società partecipate dal comune di Aprilia. A prendere parola è stato Francesco Battista, Dirigente Settore Finanze:

La delibera prende atto delle risultanze finali dei rendiconti e approva una relazione che fa il punto della situazione per definire quali sono stati tutti gli adempimenti utili e propedeutici alla prossima relazione del bilancio consolidato del gruppo amministrazione pubblica del Comune di Aprilia, comprendente l’ente comunale e le società partecipate, che il Consiglio sarà chiamato ad approvare entro il 30 settembre 2019. Quest’anno tutte le società chiudono in utile, anche la Multiservizi, avendo ridotto il contratto di servizio con l’ASAM, La relazione dà una panoramica generale di quelle che sono le partecipazioni dell’ente, comprendendo il Consorzio ASI e Acqualatina. In ordine alle risultanze finali possiamo far risaltare Progettambiente che dimostra una solidità finanziaria; per l’ASAM rimane il problema della quadratura di debiti e crediti dal 2012.”

Sulla questione è intervenuto il Consigliere Davide Zingaretti che ha chiesto alcune precisazioni: nel caso di Progettambiente, Zingaretti ha chiesto se la gestione dei mezzi è ancora la stessa di cui si erà già discusso nelle precedenti commissioni. Riguardo la Multiservizi, il Consigliere ha domandato se si stia ancora procedendo con la liquidazione o ci sia un ripensamento.

In questi giorni è stata convocata l’Assemblea dei Soci per quanto riguarda Progettambiente, per discutere la deliberazione del bando per l’acquisto dei nuovi mezzi. Per quanto riguarda l’ASAM l’impegno con l’INPS è importante, per fare in modo che ci sia copertura finanziaria. Già la prima rata e metà della seconda sono a disposizione dell’ASAM”, ha precisato Battista.

Si è poi passato al terzo punto all’ordine del giorno: variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri finanziari. La parola è stata data al Dirigente Battista:

Nel nostro caso di autorizza il riconoscimento del debito fuori bilancio e viene preparata la variazione di assestamento che tiene conto di tutta una serie di richieste promosso dagli uffici e si verifica che il bilancio non pregiudichi la sicurezza finanziaria. In questo senso si prende atto della variazioni intervenute in precedenza, si approva la variazione di assestamento generale e riproponiamo una sintesi complessiva dei numeri dell’ente, sintesi che si può ritrovare nel verbale di verifica.

F.Z.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *