76° anniversario Sbarco Alleato, grande emozione per le celebrazioni.

Questa mattina si sono svolte le celebrazioni del 76° anniversario dello Sbarco Alleato: presenti le scuole, forze armate e i sindaci di Aprilia, Lanuvio, Anzio e Nettuno.

Si sono svolte questa mattina le celebrazioni per il 76° anniversario dello Sbarco Alleato. La cerimonia si è svolta alla presenza dei Sindaci di Aprilia, Anzio, Nettuno e Lanuvio che hanno voluto omaggiare le vittime e gli eroi di quel giorno davanti ai cittadini accorsi. Presenti anche le classi della scuola ‘Lanza’ di Campo di Carne, oltre alle forze armate a alle associazioni combattentistiche e d’arma.

La prima tappa si è svolta al Monumento ‘Graffio della Vita’ di Campo di Carne, dove dopo la deposizione dell’omaggio floreale è intervenuto il primo cittadino di Aprilia, Antonio Terra:

“Si tratta di una data importante non solo per i nostri territori, ma per l’Italia e per il mondo intero: nuovi venti di guerra, infatti, giungono dal Medio Oriente. La guerra sembra alle porte in un momento in cui i ricordi dell’enorme tragedia che insanguinò queste terre sembrano svanire sempre di più: i testimoni che ci lasciano progressivamente, infatti, rischiano di farci perdere la bussola che ci ha orientato fin ad oggi. Penso alla sforzo per la ricostruzione di luoghi di lavoro e di vita sociale. I protagonisti ci lasciano in eredità la possibilità di costruire un futuro diverso, di pace. Oggi siamo chiamati ad uno sforzo di studio e di incontro. Mi rivolgo ai ragazzi delle scuole, a cui dico di non lasciare che siano gli altri a trascinarvi dove non volete, solo perché è più comodo e meno faticoso, studiate, ascoltate e prendete posizione con coraggio. Il mondo ha bisogno di determinazione. Questo è il futuro che Aprilia sta costruendo.”

La giornata è poi continuata in via dei Pontoni, dove è stata depositata una corona d’alloro sul monumento dedicato al Tenente Eric Fletcher Waters e ai Caduti dello Sbarco Alleato. 

In seguito, ci si è spostati a Campoleone in Piazza Berlinguer per omaggiare il Monumento ai Caduti di Lanuvio, a cui è seguito un discorso del Sindaco Luigi Galieti.

Federica Zecchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *