Come scegliere e riempire lo zaino

Come scegliere, riempire ed indossare lo zaino
Alcuni piccoli consigli per non compromettere la salute del nostro bambino

Settembre è ormai passato e i bambini sono già tornati tra i banchi di scuola. Come di consueto ad animare la scena è la lotta psicologica tra genitori e figli per la scelta dello zainetto, lo strumento principale che accompagnerà il bambino, lungo tutto l’arco dell’anno, nel percorso scolastico. A meno che non siano proprio agli esordi della loro carriera, c’è da aspettarsi che arriveranno all’appuntamento con le idee molto chiare. Spinti dalla moda del momento, che si tratti di cartoni animati o personaggi dei film, cercheranno di avere sempre l’ultima parola.

1305976-bambini_sorelle_scuola_zaini.jpg

Capita spesso purtroppo, che in questa diatriba si ceda facilmente alle pressioni del mercato pubblicitario, forse nell’intento di agevolare l’ingresso a scuola. Il punto su cui non transigere però, riguarda la scomodità e l’impatto sulla salute che potrebbe avere la scelta di uno zaino sbagliato. Principalmente quello che preoccupa è il peso eccessivo delle cartelle. Oltre che le mamme, anche i medici si sono occupati del problema. L’équip dell’Unità di Ortopedia, Fondazione “Don Gnocchi” di Milano, ha effettuato uno studio, prendendo in esame abitudini ed effetti dell’uso di questi zaini su 210 ragazzi. Le conclusioni dello studio hanno mostrato una diretta relazione tra lo zainetto e il mal di schiena. Per cercare di arginare questo problema è utile rispettare alcune semplici regole nella scelta:

La ‘taglia’ giusta. È sbagliato comprare uno zainetto troppo grande, perché non consente di indossarlo correttamente né di distribuire bene il carico sulla schiena. In più, vedendo che ha molto spazio a disposizione, il ragazzo sarà indotto a riempirlo anche con materiale superfluo.
Schienale rinforzato. Lo schienale consente di posizionare e mantenere il carico vicino alla colonna, mentre se lo schienale non c’è, il carico si accumulerà tutto verso il basso, sbilanciando la schiena.
Le bretelle. Le migliori sono larghe e imbottite: in questo modo si distribuisce meglio la pressione sulle spalle e anche portare lo zainetto sarà più comodo.
Oltre ai suggerimenti nella scelta a monte dello zainetto, vi sono consigli utili da seguire per l’utilizzo:
Riempire lo zainetto nel modo appropriato. Quando si riempie lo zaino, lo scopo deve essere quello di mantenere il baricentro il più vicino possibile al corpo, per evitare che il peso dello zaino sposti il baricentro all’indietro e che, per compensarlo, il ragazzo sia costretto a curvarsi in avanti. Comincia a disporre il dizionario e i libri più pesanti e dopo metti i libri più leggeri e i quaderni, infine l’astuccio.
Utilizzare entrambe le spalle. Ricordarsi di indossare la cartella utilizzando entrambe le bretelle e ricordando di regolarle bene, ne troppo larghe ne troppo strette.
La cintura addominale. Non tutti i modelli ne sono provvisti però è utilissima per scaricare parte del peso sul bacino.
La maniglia. Ricordarsi di non indossare lo zainetto per più di 15 minuti. Per i lunghi tragitti a piedi infatti, conviene portarlo a mano afferrandolo per la maniglia ed alternando la mano destra con la sinistra.
Maurizio Bruera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *