Saldi invernali anticipati al 3 Gennaio

L’Adiconsum chiedeva addirittura l’anticipo al 27 Dicembre

Per i saldi invernali, vagliata l’ipotesi di anticipo al 27 Dicembre.
Lo chiedeva l’Adiconsum, l’Associazione italiana difesa consumatori e ambiente promossa dalla CISL. La stessa affermava che i saldi “sono ormai un colabrodo” e liberalizzarli potrebbe essere una soluzione più che positiva per i commercianti, i quali avranno la possibilità di operare gli sconti sulle rimanenze in magazzino e i consumatori sono liberi di acquistare in tutti i periodi dell’anno. L’Associazione proponeva quindi l’anticipo dei saldi su tutto il territorio nazionale.

Ma a quanto pare l’ipotesi è passata inascoltata, poiché i saldi inizieranno il 3 Gennaio, comunque qualche giorno prima rispetto agli anni scorsi.
A dare l’annuncio è stato il presidente della Conferenza delle Regioni, Sergio Chiamparino a conclusione della riunione dei governatori, chiarendo che un anticipo potrebbe invogliare di più i consumatori, finendo per rendere la calza della Befana probabilmente più ricca rispetto ai pacchi sotto l’albero. Non sarà comunque un Natale magro, secondo la Confesercenti un italiano su quattro spenderà i propri soldi nel settore tecnologico. Gli abitanti del “Bel Paese”comunque continuano a farsi prendere dalla gola: la Coldiretti, per la prima volta dopo l’inizio della crisi, sostiene che la maggior parte della spesa per le feste sarà dedicata agli alimenti e meno ai regali.

saldi-invernali

Melania Orazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *